SCIARE SENZA FARSI MALE

Tempo di neve, tempo di sci, almeno per tutti quegli sciatori che ogni anno decidono di cimentarsi nell’attività sportiva invernale principale! Nel corso degli ultimi anni si sono effettuate diverse ricerche per stabilire da cosa dipendono gli infortuni sugli scii e come prevenirli, è importante sciare senza farsi male! Non è uno sport particolarmente pericoloso ma è indispensabile un’ adeguata preparazione atletica di cui abbiamo già parlato su un’ articolo precedente (ARRIVA LA NEVE…ANDIAMO A SCIARE?), aspetto che abbiamo solo accennato è l’ importanza di fare un buon riscaldamento muscolare poco prima di cominciare a sciare !

(altro…)

STRESS, ANSIA, ATTACCHI DI PANICO? COME SCONFIGGERLO CON LO SPORT

corrinforma

Definito da molti “il male del nostro tempo”: lo stress, l’ansia, gli attacchi di panico sono ormai parte integrante del nostro essere, dobbiamo imparare a gestire bene le nostre emozioni per non farci sovrastare da queste brutte sensazioni! E’ possibile aiutarsi con lo sport, ve lo garantisco !

Il corretto esercizio fisico è in grado di migliorare la circolazione sanguigna, il quadro ormonale, l’attività neurale e persino la psiche, infatti migliorare con lo sport l’autostima rende più sicuri di se stessi e delle proprie capacità. Tornando in forma si migliora l’ aspetto fisico, si libera la mente dai problemi e dai pensieri negativi che spesso ci affliggono e si possono instaurare nuove piacevoli relazioni interpersonali.

(altro…)

INSALATA VALERIANA FUNGHI CHAMPIGNON E SESAMO!

image1

Cena tra amici a base di tartufo, come contorno ho provato per la prima volta un’ insalata diversa, sfiziosa e leggera! Provate per credere! Potrebbe essere, come lo è stato per me la soluzione a dei vostri pranzi veloci !

img_0387

Ingredienti

lattuga

foglie di valeriana

funghi champignon

scaglie di grana

sesamo

e se volete anche qualche noce

olio extra vergine di oliva e sale

(altro…)

PLANNING DI DICEMBRE PER DIETA E SPORT

articolodicembre

Dicembre è un mese ostile per la dieta perché sbucano fuori panettoni, torroni, aperitivi e cene inaspettate che si vanno ad aggiungere a quelle aziendali o quelle cene pretesto/scambioregali/amiche o comunque già programmate da tempo.
L’affluenza in palestra diminuisce (mannaggia a voi!) perché il tempo libero viene distribuito tra la scelta dei regali, i pellegrinaggi nei negozi, le recite di Natale di figli e nipoti e si pensa sempre (arimannaggia a voi!) che conviene rimandare fitness e dieta direttamente a gennaio. Un vecchio classico, la stessa frase che ripetono in molti detta con uno sguardo pronto a ricevere consensi e comprensione: “Ahhh dicembre proprio non riesco, riprendo tutto con impegno a gennaio!”
(altro…)

BEVI POCO? TI AIUTO IO!

È ormai noto quanto sia importante bere! Almeno 2 litri di acqua al giorno ma sempre più spesso mi trovo ad ascoltare le mie clienti che dicono “ma come si fa? È impossibile! Non mi ricordo, non ho tempo, la bottiglia ce l’ ho sempre con me ma dopo un po’ è come se non la vedessi più “! Ecco 3 piccoli escamotage da trasformare in buone abitudini giornaliere.
(altro…)

FARINE INTEGRALI

farinaMolti pazienti mi pongono la domanda seguente: meglio pane integrale o pane bianco? Meglio utilizzare, quindi, una farina integrale o è indifferente?

La risposta sta nelle caratteristiche nutrizionali e il conseguente effetto che micro e macro-nutrienti hanno sul nostro organismo. Innanzitutto per termine “integrale” intendiamo la totalità di componenti del seme che sono tutte presenti, mentre nella farina bianca troviamo solo l’endosperma amidaceo. Dopo la prima macinazione del grano, la farina ottenuta è quella integrale che è composta da quantità più elevate di fibre, proteine, vitamine, acidi grassi e sali minerali. Quindi, se vogliamo arrivare più facilmente alle percentuali giornaliere consigliate di micronutrienti, sicuramente la strada più sensata da intraprendere è quella della farina integrale. Facciamo un viaggio all’interno di essa per indagare sui componenti che ci interessano. Mi soffermerei innanzitutto sull’apporto di fibre che, tra le tante funzioni,  aumentano il senso di sazietà favorendo la dieta ipocalorica e regolano la motilità intestinale. Il magnesio è fondamentale per l’equilibrio del sistema nervoso e muscolare, risultando funzionale per chi si allena con costanza e regolarità. La vitamina E ed il selenio sono ottimi antiossidanti, fondamentali nel contrastare meccanismi infiammatori. Le vitamine idrosolubili del gruppo B ricoprono diversi ruoli sia a livello epatico, sia per il metabolismo lipidico e proteico. Lo zinco è importante per il controllo di metabolismo quindi del peso ma anche come regolatore ormonale. Il potassio, infine, regola il sistema neuro-muscolare, la pressione sanguigna e l’idratazione/ritenzione. Il calcio e il ferro sono presenti in buone quantità ma risultano poco biodisponibili. Questi componenti aiutano l’organismo a funzionare in modo completo e sinergico prevenendo disturbi e patologie come cardiovascolari, gastrointestinali e strettamente correlati con diabete e insulino-resistenza.
(altro…)

Meno invidia e più INDIVIA!

indiviaAl gruppo dell’indivia fanno parte sia l’indivia belga, sia la riccia che la scarola e, in generale, appartengono tutte alla famiglia delle cicorie a cui associamo subito la proprietà diuretica e depurativa.
L’indivia belga ha un significativo contenuto di ferro (che è più biodisponibile rispetto al radicchio) e di potassio. L’indivia belga, come il radicchio, ha un sapore tipicamente amaro, amato o odiato a seconda dei gusti, e può essere preparata cruda, ripassata in padella, cotta ai ferri, lessata. La belga cruda può essere consumata in patologie renali, inoltre, stimola leggermente il transito intestinale (ok, se soffrite di colite!). La belga lessata e ripassata, invece, è meno indicata nella patologie renali a causa della concentrazione maggiore di sali e per la trasformazione del fruttosio in glucosio. La belga ai ferri va benissimo se concentriamo la nostra attenzione sulla biodisponibilità del ferro. In caso di dissenteria e morbo di Crohn, sarebbe opportuno associare l’indivia al formaggio: la cottura placa lo stimolo del transito intestinale, il formaggio ripristina il pool elettrolitico perso con la quantità di sali presenti.

(altro…)

DIETE 2015

peso5Ormai l’ho ripetuto infinite volte e tutti sappiamo che non esiste la dieta miracolosa, anche se ogni tanto risbuca fuori qualcuno che parla della dieta del limone, della mela o del minestrone! Per avere risultati reali e duraturi, bisogna intraprendere un percorso che il più delle volte richiede sacrifici (sport? restrizioni?) ed è lento. Bisogna cambiare lo stile di vita… però, non c’è niente da fare, molte di voi vanno a cercare la dieta del momento, ci si confronta su come mangiare dal parrucchiere, con la collega o con chi capita. Forse è un po’ come leggere l’oroscopo: nessuno ci crede fino in fondo ma alla fine lo leggiamo tutti! O alle diete miracolose ancora ci crediamo?!? 🙂

(altro…)

GERMOGLI DI SOIA

germoglidisoia

I germogli di soia hanno diverse proprietà che andrò ad elencare, anche se, sottolineo sin da subito, il consiglio spassionato di metterli a bollire per qualche minuto per evitare contaminazioni. Troviamo in essi proteine in buona quantità e vitamina C, potassio, calcio e fosforo. La quantità anche di acqua e fibre è di fondamentale importanza, infatti hanno proprietà diuretiche, depurative e aiutano chi soffre di stipsi (il germoglio di soia è un buon regolatore intestinale). I germogli di soia danno un contributo essenziale per l’assorbimento di vitamina D, quindi ben consigliati a persone che non riescono a  sintetizzarla (chi non si espone troppo al sole) e per coloro che soffrono di osteoporosi; già nell’antica Cina erano state notate proprietà terapeutiche per chi soffriva di crampi e dolori alle articolazioni. Alcuni studi hanno sottolineato il beneficio per chi ha alti livelli di colesterolo LDL (cattivo) probabilmente per la capacità di fluidificare il sangue.
(altro…)

TIPOLOGIA FISICA (tra sogni e realtà)

Eh sì, non posso sognare il fisico di Karlie Kloss o di Belen se sono alta 160 cm e devo uscire senza specchiarmi se metto dei jeans stretti (rischio paranoia lunga 24 ore).

belencopertina-default

Non posso neanche pretendere dal personal trainer o dal nutrizionista un miracolo immediato: il fantomatico tricipite che guarda il cielo e il gluteo che sembra appeso e sorridente.
(altro…)