TIPOLOGIA FISICA (tra sogni e realtà)

Eh sì, non posso sognare il fisico di Karlie Kloss o di Belen se sono alta 160 cm e devo uscire senza specchiarmi se metto dei jeans stretti (rischio paranoia lunga 24 ore).

belencopertina-default

Non posso neanche pretendere dal personal trainer o dal nutrizionista un miracolo immediato: il fantomatico tricipite che guarda il cielo e il gluteo che sembra appeso e sorridente.

Da dove partiamo? Chi siamo? Inquadriamoci bene e guardiamo in faccia alla realtà prima di fissare obiettivi che a volte rasentano l’irreale. Così hanno inventato dei nomi che quando li accenno sembra che io parli di un avatar, dei nomi che descrivono e suddividono le varie tipologie fisiche. Della serie…. se nasci tondo, non puoi morire quadrato…. ma possiamo fare dei grandi progressi perché sport e giusta alimentazione regalano salute e un volersi bene che, se mantenuto, non ti abbandonerà mai! 🙂

Ci butto un po’ di matematica. L’indice di Grant è il rapporto tra altezza (in cm) e la circonferenza del polso (sempre in cm). Da lì possiamo vedere se si è longilinei, normolinei o brevilinei.

TIPOLOGIA FISICA                                          INDICE DI GRANT

LONGILINEI                                             >10.4 (uomo)                      >11 (donna)
NORMOLINEI                                         9,6-10.4 (uomo)                 10.1-11 (donna)
BREVILINEI                                             <9.6  (uomo)                      <10.1 (donna)

Nulla di nuovo, il mondo è bello perché è vario. Siamo tutti diversi e quindi esistono infiniti metodi per approcciarsi con l’attività fisica e lo sport, importante così inquadrare il biotipo e scegliere l’alimentazione, il timing di assunzione cibi, la giusta integrazione per ogni persona.

Le tipologie di metabolismo prese in considerazione sono: mesomorfo, endomorfo e ectomorfo (spesso la gente sgrana gli occhi e mi chiede se è una malattia grave!).

ect mes end

MESOMORFO: è colui che ha un fisico proporzionato, atletico e quindi anche muscoloso secondo natura. Ha un metabolismo “fortunato” in quanto riesce bene a prendere muscolatura se ben allenato e ha la capacità di perdere peso con facilità. Si adatta a qualsiasi tipologia di sport in quanto ha una buona agilità e destrezza. L’alimentazione ideale è quella mediterranea con suddivisione di macronutrienti (carboidrati, proteine e grassi) classica della giusta nutrizione.

ENDOMORFO: è un fisico tondo e tozzo. Capita che l’apertura delle braccia è maggiore/uguale all’altezza. E’ caratterizzato da un metabolismo lento e si adatta bene a grossi volumi di lavoro, protratti in modo lento e continuo. L’overtraining non è un problema per lui, in quanto riesce ad allenarsi anche tutti i giorni con tempi di recupero rapidi. Per evitare l’accumulo di grasso a cui lui è predisposto, è necessario un lavoro aerobico (circuiti ad esempio) e una dieta ipocalorica con attenzione massima ai carboidrati che devono essere distribuiti con parsimonia durante la giornata.

ECTOMORFO: è un soggetto magro, sottile con struttura scheletrica allungata. E’ il classico longilineo. La circonferenza del torace è inferiore alla metà della statura (sempre per farvi esercitare con un po’ di matematica!). Il metabolismo è veloce e si nota una difficoltà ad aumentare la massa muscolare (e anche la massa grassa!). La dieta deve essere ipercalorica per evitare cali di massa magra e semmai agire con una adatta integrazione.

Quindi, non esasperiamoci con obiettivi difficili da raggiungere… cerchiamo di arrivare dove possiamo e intraprendere un percorso realistico con costanza. Un consiglio che sento di dare spesso è di non iniziare in maniera folle con 7 allenamenti settimanali e seguire la dieta alla lettera (anche se è quella che vi ho dato io) facendosi prendere dal panico se invece della sogliola hai in frigo la platessa…. cerchiamo di inserire le buone abitudini per trovarci ottimi risultati protratti nel tempo.

Claudia

PS: foto prese da Instagram. Il contenuto è ironicamente rielaborato da appunti del prof Davide Carli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *