NO DIET DAY

IMG_9263

Mary Evans Young, ex anoressica, fondatrice della Dieta Breakers, nel 1992 ha detto “Why not?” Perchè non istituire un giorno di non dieta? Basta con l’ossessione della bilancia, dedichiamo un giorno a un pasto abbondante, ad allontanare le paranoie da peso e prova costume. Inizialmente era il 5 maggio, poi si è spostato al giorno dopo. Tutto è cominciato timidamente con un picnic ad Hyde Park. Quel giorno pioveva e sono tutti andati a casa di Mary. Poi, come tutte le cose che incuriosiscono il pubblico, questa giornata è diventata “famosa” e anche in Australia e in Canada hanno deciso di festeggiare.

Il 6 maggio, il No Diet Day, serve a ricordare che bisogna accettare il proprio corpo. Spesso diete dimagranti risultano fuori luogo. Pensiamo alla salute, non a misure perfette; si tende, soprattutto nelle adolescenti a tenere a mente un fisico preciso, spesso di un personaggio famoso/popolare con il desiderio fisso di arrivare ad essere così. Molte ragazzine mi chiedono diete a mio parere inutili, sono solitamente ragazze normopeso che però vogliono mettere in risalto le ossa del bacino. Per cosa? Perchè? E poi l’ossessione della bilancia? Gente che si pesa tutti i giorni e più volte al giorno. L’anno scorso io e Sheila abbiamo creato un video (grazie alla nostra amica Vanessa) proprio per questo. Basta anche con l’ossessione calorica! Le calorie non sono tutte uguali. E qui bisognerebbe aprire un capitolo molto più ampio.

Mangiare bene sì ma senza ossessioni e senza obiettivi sballati e poco realistici. Accettiamo il nostro peso e cerchiamo di migliorarci per stare meglio in modo graduale e controllato.

Oggi, però, largo sfogo a quello che ci piace di più. Io oggi, nel No Diet Day, ho voglia di tagliatelle alla norcina.

Buona giornata no dieta!

Claudia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *