TARASSACO

piante medicinali

Mio zio ha ritrovato un interessantissimo libro di nonno, risale al 1933: “Piante medicinali e loro estratti in terapia”, sa di chiuso, è ingiallito, impolverato ma è sempre attuale e tutto ciò che c’è scritto e pari pari, a quello che leggiamo anche nei più aggiornati siti che circolano oggi. Apro a caso e leggo Tang-Kuei, non la conosco. Navigo in internet e leggo che c’è un prodotto di Herbalife e ci sono solo spiegazioni in inglese. Mmmmmm. Scorro alla pianta successiva (è tutto rigorosamente in ordine alfabetico): Tarassaco.

tarassaco2

Prendo la tastiera e scrivo, eccomi qui. Fa parte della famiglia delle composite e sono le radici quelle che vengono utilizzate. La proprietà principalmente riconosciuta è quella depurativa e diuretica soprattutto per la stimolazione di alcuni organi coinvolti nell’eliminazione di tossine attraverso feci, urina e sudore. E’ un disintossicante epatico e difende il sistema immunitario. Buon rimedio quindi per la cellulite e gli estratti di tarassaco sono utili dopo giorni di stravizi. Il tarassaco contiene inulina, tannino, flavonoidi, vitamine, sali minerali, materie resinose e micillaginose. Di solito la troviamo in tisane anche se è spesso acquistata la tintura madre. Le foglie di tarassaco vengono anche inserite in insalate, sono fresche e tenere.

Claudia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *