FRAGOLA

fragolacorrCome già accennato, mentre scrivevo la ricetta del risotto alle fragole, ecco un articolo  dedicato interamente alla fragola.  E’ un frutto con poca componente zuccherina (quindi ben utilizzata dai diabetici) ed è acidulo, e proprio il livello di acidità permette al fegato di lavorare e a sfruttare al meglio gli zuccheri circolanti. Contiene bromo e iodio (che inducono un sovraccarico tiroideo, quindi ottima in menopausa per contrastare la diminuita attività tiroidea), calcio (ideale per bimbi, donne in gravidanza/allattamento/menopausa) e magnesio, fortemente indicato per l’ansia ed eccitabilità anche in bimbi iperattivi che hanno un equilibrio alterato di ioni magnesio-calcio, ma anche a chi soffre di fragilità di unghie e capelli . Sono presenti nella fragola anche la vitamina C, potassio, silicio, fosforo e ferro. La fragola ha proprietà cardiotoniche, ipotensive, dissetanti, rinfrescanti, depurative e diuretiche. Purtroppo alcuni soffrono di allergia nei confronti di questo frutto.

UTILIZZI INTERESSANTI: per gli ipertiroidei con pressione alta (o con sintomi da raffreddamento) un modo per bilanciare l’eccessivo stimolo tiroideo dello iodio può essere quello di preparare le fragole in macedonia aggiungendo il basilico, succo di limone e zucchero; il basilico grazie al potassio e altre sostanze sedative contrastano l’effetto eccitante della fragola.

Un altro utilizzo interessante della fragola è nelle sindromi influenzali o da raffreddamento. La fragola può essere associata in un pasto in cui si presenta il brodo (ottimale apporto proteico), cavolfiore (vitamina C che va ad aggiungersi alla vitamina della fragola), aglio (antibatterico e antivirale) e peperoncino (decongestionante per le vie nasali).

Infine, e questo non c’entra nulla con la nutrizione, vorrei raccontare il perché del nome: “fragola” deriva da fragrans, nell’Antica Roma la identificarono così per il particolare profumo. Nelle opere degli antichi Romani la fragola compare spesso nelle feste di Adone: secondo la leggenda, quando Adone morì, Venere pianse così tanto che sulla terra le sue lacrime si trasformarono in cuori rossi, appunto le fragole.

Claudia

PS: A proposito di fragole, vi suggerisco di leggere un articolo veramente carino!  http://www.domanieunaltroforno.it/blog/in-fondo-è-un-infusione.html 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *