Cosa hai trovato nell’uovo di Pasqua?

pasquacorr

Durante le festività ci sentiamo sempre un po’ bambini. Forse il Natale si presta meglio, si vive in maniera più intensa, c’è una preparazione più accurata sia nel cibo, sia negli addobbi e sia per quanto riguarda il turbamento per i più fissati della linea. Il periodo natalizio dura di più, aumentando la probabilità (e i giorni) di stravizio. Scopro con piacevole sorpresa che “natalizio” e “stravizio” fanno anche rima! E poi, il Natale cade d’inverno, dove si va ancora coperti, momento in cui abbiamo più vivo il ricordo dell’estate appena trascorsa rispetto all’estate che ancora deve arrivare e la paranoia del peso che vorremmo perdere è pressocchè inesistente (ci penseremo dopo Capodanno, anzi dopo la Befana, quando è ora di ricreare gli obiettivi!). Così, verso gennaio, spinti dai propositi più ottimisti si cerca di prendere in mano tutto ciò che si vuole cambiare. Le iscrizioni in palestra aumentano e di conseguenza anche la conversione a una sana alimentazione (che faccia sentire più belli, magri e soddisfatti con sé stessi e gli altri). E basta con le diete last minute, eh! Non si possono più sentire!!!! Per fortuna la maggior parte della gente ha ben capito che le corse alla prova costume (frase così inflazionata da diventarmi antipatica) non servono più, che essere magri in tempi record non riesce bene, ossia riesce ma non nel modo giusto. Se si inizia una dieta strong, l’organismo si accorge del cambiamento di peso e sembra faccia di tutto per tornare ai valori iniziali: più perdiamo peso velocemente e più la reazione del nostro corpo è veloce e il metabolismo si abbassa, come se il corpo si abituasse a bruciare meno calorie. Tra l’altro siamo ormai entrati nella mentalità “quaresima e fioretti” quindi sembriamo meno motivati a ingozzarci di cibo e vedo la gente che è più stimolata ad allenarsi… la Pasqua, quest’anno, capita quasi a maggio quindi già nel clima “feste al mare” e “organizzazioni vacanze”… quindi sono tutti bravi e non serve nessun consiglio detox né grandi esortazioni simil-minacce a seguire un’alimentazione idonea. Chi ha avuto la coscienza di iniziare un percorso in tempo è decisamente avvantaggiato. In palestra abbiamo riproposto anche quest’anno, con modifiche più allettanti, il “programma intensivo” in cui monitoriamo il dimagrimento, dieta e attività fisica nel corso di 12 settimane. Ma ecco la Pasqua è arrivata, godiamocela (poi abbiamo il 25 aprile e il primo maggio: non facciamo che queste vacanze ammassate tutte insieme diventino un altro Natale, mi dovrei rimangiare tutto ciò che ho appena detto)… Vi posso organizzare questa settimana corta nel miglior modo? Oggi (venerdì) è vigilia e si mangia poco, sabato si corre, Pasqua e Pasquetta si mangia (però evitiamo di sentirci male) e il martedì riempiamo tutte le palestre o i lungomari, o le campagne o le piste ciclabili e camminiamo, corriamo, ascoltiamo la musica, respiriamo, liberiamo la mente e prepariamoci ad accogliere la nuova stagione (questa ondata di freddo pasquale passerà e tornerà il sole e il caldo!). Le uova di Pasqua lasciamole ai piccolini anche se siamo tutti curiosi di vedere cosa c’è dentro… magari troviamo un conta-passi o un cardiofrequenzimetro, chissà… della serie “Mangia ma sentiti in colpa!”.

Tutto questo articolo, dove ho parlato del niente, è per augurare una serena Pasqua a chi resta a casa, a chi torna a casa perché vive lontano, a chi si allena, a chi mangia, a chi ama il cioccolato, a chi ci conosce, a chi ci segue, a chi ci sostiene, a chi ci sopporta e a chi (ohhhh, meraviglia!) parte per un viaggio per rigenerarsi… auguri a tutti!

Claudia, con l’appoggio di Sheila che mi sostiene sempre anche nelle cose senza senso…

Per dopo le feste, lascio un articolo del nostro blog-amico, lei si chiama come me ed è molto più brava di me nel cucinare (e non ci vuole molto!)…. 🙂

http://pentolepoesie.wordpress.com/2014/04/21/e-per-chi-convive-con-i-sensi-di-colpa-vellutata-di-zucchine-e-sedano-bianco/ grazie Clà, sei preziosa!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *